Guitar BOOM! expo-festival della chitarra di domani

Sab, 30/07/2016 - 06:45

Genova d'estate è una specie di inferno.

Chi va al mare ok, se la scampa.

 

Ma chi non può è fregato.

Afa oscena, negozi chiusi, città spettrale.

Niente di niente di niente.

 

È per questo che tutti gli anni, da qualche anno, si organizza il Cre.Sta., il Festival della Creatività Stanziale: si prende uno dei posti più degradati del centro, i Giardini di Plastica, e per un mese lo si trasforma in una piazza viva, vera, vissuta.

 

Concerti, artisti, esposizioni, cibo, birra.

 

Le diverse giornate sono affidate a realtà del territorio che possono offrire spunti inediti, punti di vista interessanti e creativi che diano una scossa, ma vera, alla immobile estate genovese.

 

Ok, ma... che c'entriamo noi? Che cosa c'entra Guitar PRAXIS?

 

C'entra perché quest'anno una giornata è stata affidata a noi. Mi hanno chiesto di provare a mettere insieme qualcosa che raccontasse la chitarra nei suoi diversi aspetti.

 

Ho preso con me Fulvio Masini e Alessandro Camu. Abbiamo iniziato a pensare: che cosa piacerebbe a noi? A me, per esempio, piacerebbe capire dove sta andando la chitarra.

È un periodo strano per il nostro strumento:

 

da una parte sembra che stia in una posizione arretrata, rispetto ai giorni gloriosi di quando chiunque voleva suonare, e bastava imbracciare una chitarra per sentirti un dio in terra;

 

dall'altra è sicuramente vero che c'è un fermento incredibile, come non si vedeva da anni. Magari non sarà in prima pagina come quando uscivano i "guitar hero", ma c'è un mondo di talenti e di esploratori che si sta facendo strada, e che vale la pena di tenere d'occhio.

 

Per esempio: il mondo della chitarra acustica ha visto un vero e proprio Rinascimento in questi anni. Si è emancipata definitivamente dal ruolo di "strumento da spiaggia" (ok, noi lo sappiamo che non era solo questo, altroché; ma nell'immaginario collettivo dei non-chitarristi un po' sì, diciamocelo), si articola a livelli virtuosistici in ambito fingerpicking, nel flatpicking, nelle tecniche avanzate di percussione e tapping... Chitarristi che fanno milioni di visualizzazioni su YouTube, e sold out ai concerti.

 

Idem per l'effettistica. La passione per i pedali è arrivata a livelli di culto quasi religioso: se vent'anni fa ti compravi il tuo boss e via, adesso c'è ricerca, c'è consapevolezza, c'è una rincorsa costante ad essere "padroni" del proprio suono.

Con qualche eccesso, certo.

Ma è un fenomeno che alla base ha due elementi fantastici: passione e consapevolezza.

 

E l'improvvisazione? Fino a qualche anno fa era appannaggio di jazzisti e amanti della fusion, adesso si è mescolata con i linguaggi sperimentali, è arrivata al post-rock come al drum'n'bass, ha creato simbiosi inedite di suoni e armonie, dove la consapevolezza jazzistica si esprime in territori che non aveva mai incrociato...

 

Insomma, qualunque sia la musica che ami, da qualche parte c'è qualcosa di incredibilmente "fresco" che sta prendendo vita, e i lamenti sulla "buona-musica-di-una-volta-mica-come-adesso" puoi lasciarli davvero a chi è troppo svogliato (e anche un po' troppo stronzo, dai) per scoprire le meraviglie che esistono in giro.

 

La chitarra in tutto questo è una protagonista assoluta.

Con lunghi assoli interminabili come negli anni '80?

 

No, certo. O almeno: non con quell'approccio.

 

Ma chi ha saputo guardare in avanti, chi non si è adagiato su rendite di posizione, chi ha puntato corde e plettri sul futuro anziché sulla nostalgia, adesso sta esplorando territori nuovi, linguaggi inediti, tecniche, suoni, possibilità che nemmeno eravamo in grado di immaginare.

 

Ecco, quello che vogliamo portare al Cre.Sta. con Guitar BOOM! è esattamente questo:

il fermento che sta attraversando il mondo della chitarra oggi, nel 2016, i brividi lungo la spina dorsale del nostro amato strumento (il truss-rod?), cercando di capire che direzioni prenderà.

 

Con tutto l'amore smisurato che riserviamo ai grandi giorni in cui la chitarra "comandava" sul serio, ma senza rimpianti nostalgici.

 

Quindi? Qualche nome?

Certo. 

 

h. 17:00/20:00 - i WORKSHOP

 

1. setup e manutenzione della chitarra

2. costruisci da solo il tuo fuzz

3. tecnica dell'improvvisazione

 

h. 20:00/24:00 - i LIVE

 

- Susanna Roncallo (fingerpicking)
- Bacci Del Buono (flatpicking)
- Harduo (tecniche percussive & tapping)
- Itto (virtuoso comping)
- Andrea BRAIDO (total electric guitar)

 

 

PS: ovviamente, Guitar BOOM! è assolutamente GRATIS!!

Workshop, seminari, concerti... tutto in libero accesso, e tutto a un livello stellare... Ti aspettiamo!

 

copyright guitar praxis tutti i diritti riservati