La teoria musicale come nessuno te l'ha mai fatta conoscere! Qui si trattano gli aspetti pi¨"ostici" del fare musica, ma lo si fa con un approccio chiaro, diretto, chitarra alla mano!
Lo scopo fondamentale non Ŕ diventare dei "dotti musicologi" (chissene...), ma acquisire un linguaggio; che come ogni linguaggio ha le sue regole, la sua grammatica, la sua sintassi.
E solo quando tutto questo "ce l'hai dentro", senza bisogno di starci a pensare, puoi lasciartiandare e, semplicemente, parlare. In questo caso, "parlare la musica", attraverso la chitarra.

La scala maggiore (le 3 visioni). Alterazioni e armature di chiave. Gli intervalli. Triadi(maj, min, aug, dim). Tetradi. Armonizzazione della scala maggiore. Funzioni tonali. Armoniafunzionale: key-centers, progressioni, cadenze. La scala minore naturale e la sua armonia. Leestensioni (9e, 11e, 13e). Sostituzioni diatoniche. Contesti statici: i modi (dalla visione relativa alla visione parallela) e l'armonia modale. Le modulazioni (mediate, non mediate).Il blues e la sua armonia. La scala minore armonica e la tonalitÓ minore. Le alterzioni.Sostituzioni non diatoniche (dominanti secondarie, simmetrie diminuite/aumentate, tritono,interscambio modale). La scala minore melodica (e i suoi modi). Scale simmetriche: diminuita(+ modo), whole-tone. Slash chords. Cenni su armonia pandiatonica e panmodale, scale sintetiche,polychords...

Guarda il piano di studio delle altre materie:

- CVP: Chitarra alla VelocitÓ del Pensiero
- A&T: Armonia & Tastiera
- R&G: Ritmica & Groove
- T&T: Tecnica & Tecniche
- SR: Sight Reading
- IT: Impro Tech
- GS: Guitar Sound
- SELF: Stile, Espressione, Linguaggio, Fraseggio
- Repertorio(Acustico; Classico/Fingerstyle; Elettrico/Band)

clicca qui per tornare al piano di studi Guitar ON


® www.guitarpraxis.com - andrea cocciardo. Tutti i diritti riservati. P.I. 01213010992